Credits to Unsplash.com
Conversazione con David Herzberg

23 settembre 2020

Nella serata di mercoledì 28 ottobre, dalle ore 18.30 alle ore 19.30, si terrà un incontro online dedicato a una conversazione con David Herzberg, professore, direttore di ricerca e coordinatore di Addiction Studies presso l’Università di Buffalo, autore di libri e di numerose pubblicazioni scientifiche sul consumo e sulla dipendenza da droghe e farmaci, nonché co-editore della rivista internazionale Social History of Alcohol and Drugs.

Protagonista dell’evento sarà il nuovo libro di Herzberg, in uscita per il prossimo novembre e intitolato:

White Market Drugs: Big Pharma and the Hidden History of Addiction in America

L’autore discuterà dei contenuti del volume insieme a Nancy Campbell – storica della scienza, della tecnologia e della medicina, docente presso il Rensselaer Polytechnic Institute (New York) –, Jeremy Greene – Professore di Medicina e Direttore dell’Istituto di Storia della Medicina presso la Johns Hopkins University –, e Samuel K. Roberts – docente di Storia alla Columbia University School of the Arts and Sciences e di Scienze sociomediche presso la Mailman School of Public Health della Columbia University.

«Nell’illustrare come la crisi degli oppioidi del ventunesimo secolo rappresenti solo la più recente di una lunga storia di crisi analoghe nell’ambito della dipendenza da farmaci, White Market Drugs ci impone di rivedere le nostre convinzioni sulla politica delle droghe e sulla dipendenza stessa, idee che si sono dimostrate clamorosamente insoddisfacenti per oltre un secolo»[1]

Per partecipare all’evento, clicca qui.

____________________

[1] Dalla pagina di presentazione dell’evento (nostra traduzione) – «By showing how the twenty-first-century opioid crisis is only the most recent in a long history of similar crises of addiction to pharmaceuticals, White Market Drugs forces us to rethink our ideas about drug policy and addiction itself – ideas that have been failing us catastrophically for over a century».

Scrivi un commento