Credits to Unsplash.com

Il termine antimafia è stato usato spesso da soggetti che non hanno fatto per nulla la lotta alla mafia. Mascherandosi dietro l’antimafia hanno fatto solo i loro interessi

[…] Non si può parlare di antimafia in generale, individuando tutti quelli che a parole – e a volte nemmeno a parole – si sono opposti a Cosa nostra […]

È facile trovare consenso in gente che non ha. Ma anche in chi non sa.
La questione culturale è fondamentale: la lotta alla mafia è soprattutto una battaglia di cultura. Una volta parlando in una scuola chiesi a un ragazzo: chi è per te un boss? Mi rispose: è quello che guadagna e fa guadagnare

[…] Purtroppo la magistratura è diventata negli anni una categoria in cui la cosa più importante è primeggiare. Dove ogni promozione è decisa dall’alto. E quindi porta i magistrati – non tutti, ma una buona parte – a farsi una guerra senza esclusione di colpi.

________________

 

Leggi l’intera intervista a Maria Falcone su il Fatto Quotidiano, 23 maggio 2020

Scrivi un commento